Che significa? | Termini giuridici

Cassetta di sicurezza

14 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 ottobre 2015



Cassetta di sicurezza (d. banc.): È una cassaforte situata in locali blindati che la banca mette a disposizione dei propri clienti, dietro versamento di un canone di locazione: il cliente vi può riporre tutti gli oggetti che desidera (generalmente di elevato valore o notevole importanza) purché non siano pericolosi (artt. 1839-1841 c.c.).

Il diritto di apertura è subordinato all’esibizione di una speciale tessera ed all’apposizione della firma dell’utente in un apposito registro (al fine di accertare documentalmente giorno ed ora di apertura).

Anche in questo servizio la banca è tenuta alla particolare diligenza professionale; essa risponde per la idoneità e la custodia dei locali e per l’integrità della cassetta, salvo il caso fortuito.

In caso di morte dell’intestatario, la banca, che ne abbia ricevuto comunicazione, non può prestarsi all’apertura della cassetta di sicurezza, se non con l’accordo di tutti gli aventi diritto, o secondo le modalità stabilite dall’autorità giudiziaria (art. 1840 c.c.).


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI