Che significa? | Termini giuridici

Cautio iudicatum solvi

14 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 ottobre 2015



Cautio iudicatum solvi [cauzione per l’ottemperanza al giudicato] (d. int.): In diritto romano era una promessa stipulatoria, appoggiata da garanti, con la quale il convenuto — che avesse designato quale proprio sostituto un patrocinatore (cognitor) — assicurava all’attore l’importo dell’eventuale condanna.

Attualmente indica la garanzia pecuniaria prestata, a favore di uno Stato, dai cittadini stranieri ivi residenti. La cautio iudicatum solvi ha lo scopo di garantire allo Stato il pagamento delle spese dei processi promossi dagli stranieri.

L’obbligo di prestare tale cauzione può essere escluso da accordi bilaterali conclusi tra lo Stato di provenienza dello straniero e quello presso il quale lo straniero risiede.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI