Che significa? | Termini giuridici

Chiamato all’eredità

13 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 13 ottobre 2015



Chiamato all’eredità (d. civ.): È il soggetto che, a seguito dell’apertura della successione [vedi] mortis causa e della delazione [vedi], acquista il diritto di accettare l’eredità [vedi].

Tra i poteri del chiamato all’eredità, ricordiamo:

  l’esercizio di azioni possessorie a tutela dei beni ereditari pur senza la loro materiale apprensione;

  la possibilità di compiere atti conservativi e di farsi autorizzare, in particolari casi (art. 460, c. 2 c.c.), alla vendita di beni;

  la possibilità di stare in giudizio come convenuto per rappresentare l’eredità (durante i termini previsti per l’inventario [vedi Accettazione (dell’eredità con beneficio di inventario)].

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI