Che significa? | Termini giuridici

Circoscrizione

14 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 ottobre 2015



Circoscrizione

Circoscrizione amministrativa (d. pub.)

Parte di territorio in cui un ufficio amministrativo o un ente ha sede ed esercita i suoi poteri.

Circoscrizione comunale (d. enti loc.)

Le circoscrizioni comunali sono ripartizioni del territorio comunale definibili come articolazioni interne del Comune [vedi] aventi una propria individualità per le caratteristiche topografiche, sociali ed economiche che le distinguono. Esse non sono dotate di personalità giuridica, non sono enti territoriali né organi del Comune.

La L. 191/2009 (Finanziaria 2010), come modificata dal D.L. 2/2010, conv. in L. 42/2010, prevede tra le misure che i Comuni devono adottare per il coordinamento della finanza pubblica, anche la soppressione delle circozcrizioni di decentramento comunale.

La medesima legge finanziaria riconosce ai Comuni con popolazione superiore a 250.000 abitanti la facoltà di articolare il proprio territorio in circoscrizione, a condizione che la popolazione media di ciascuna di esse non sia inferiore a 30.000 abitanti.

Circoscrizione elettorale (d. pub.)

Ripartizione del territorio nazionale nella quale viene effettuato il calcolo per l’assegnazione dei seggi con la formula proporzionale [vedi Sistemi elettorali].

Attualmente l’elezione della Camera dei deputati il territorio nazionale è suddiviso in 27 circoscrizioni.

Per l’elezione del Senato della Repubblica, fino a che non entrerà in vigore la riforma costituzionale per il superamento del Bicameralismo paritario le circoscrizioni coincidono, per espressa previsione costituzionale (art. 57), con il territorio della Regione, per cui le circoscrizioni sono 20.

Nell’ambito di ciascuna circoscrizione l’attribuzione dei seggi si realizza su base proporzionale, in ragione delle percentuali di consensi ottenuti da partiti e coalizioni su scala regionale.

Circoscrizione estero (d. pub.)

Si tratta di una circoscrizione elettorale [vedi] nella quale sono eletti un certo numero di deputati e senatori da parte dei cittadini italiani residenti all’estero (L. Cost. 1/2001 e L. 459/2001).

I punti salienti di questa disciplina sono:

  i cittadini italiani residenti all’estero possono scegliere di votare in Italia, per la circoscrizione elettorale in cui sono iscritti, oppure di partecipare all’elezione dei rappresentanti della circoscrizione attraverso il voto per corrispondenza, da inviare alla rappresentanza consolare dello Stato in cui risiedono;

  la circoscrizione è suddivisa in quattro ripartizioni, vale a dire: a) Europa, compresi i territori asiatici della Federazione russa e della Turchia; b) America meridionale; c) America settentrionale e centrale; d) Africa, Asia, Oceania e Antartide. In ciascuna ripartizione è eletto un deputato o un senatore, mentre i restanti rappresentanti sono eletti in base alla popolazione residente;

  la candidatura alla circoscrizione è consentita soltanto agli elettori residenti e votanti nella relativa ripartizione. Al contrario gli elettori residenti all’estero non possono candidarsi in una circoscrizione del territorio nazionale (a meno che non abbiano optato per l’esercizio del diritto di voto in Italia);

  i cittadini italiani residenti all’estero possono anche partecipare alla fase di raccolta delle firme per l’indizione di un referendum abrogativo (art. 75 Cost.) e costituzionale (art. 138 Cost.).

Alla circoscrizione sono stati riservati 18 seggi (12 deputati e 6 senatori).

Circoscrizione giudiziaria (d. proc.)

Indica la sfera di competenza territoriale dei diversi uffici giudiziari.

Si parla di circondario per indicare la circoscrizione propria dei Tribunali; di distretto per indicare la circoscrizione propria delle Corti d’Appello.

Circoscrizione provinciale (d. enti loc.)

Articolazioni interne del territorio provinciale disciplinate dallo Statuto dell’ente stesso la cui sussistenza è finalizzata a garantire il soddisfacimento delle esigenze della popolazione.

L’art. 133 Cost. disciplina l’eventuale mutamento della circoscrizione al quale può darsi luogo con legge della Repubblica, su iniziativa dei Comuni interessati, sentita la Regione di appartenenza.

 

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI