Che significa? | Termini giuridici

Città metropolitana

14 Ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 Ottobre 2015



Città metropolitana (d. enti loc.): La città metropolitana è uno degli enti locali dotati di propri statuti, poteri e funzioni che ai sensi dell’art. 114 Cost., come riformulato dalla L. cost. 3/2001, che concorre a formare la Repubblica.

A seguito della riforma del 2001, dunque, le città metropolitane, al pari di Comuni [vedi], Province [vedi] e Regioni [vedi], rinvengono direttamente nella Costituzione il fondamento della loro potestà statutaria e regolamentare e della loro autonomia impositiva e finanziaria.

La L. 56/2014 (cd. Legge Delrio) riordina il sistema delle autonomie locali partendo proprio dalle città metropolitane, alle quali vengono espressamente estese, per quanto compatibili, le disposizioni in materia di Comuni [vedi] di cui al TUEL, nonché le norme di cui all’art. 4 della L. 131/2003 (cd. legge La Loggia) relativo alla potestà normativa degli enti locali.

Esse vengono definite enti territoriali di vasta area chiamati a perseguire le seguenti finalità istituzionali:

—  cura dello sviluppo strategico del territorio metropolitano;

—  promozione e gestione integrata dei servizi, delle infrastrutture e delle reti di comunicazione di interesse della Città metropolitana;

—  cura delle relazioni istituzionali afferenti al proprio livello, ivi comprese quelle con le Città e le Aree metropolitane europee.

La L. 56/2014 individua le seguenti Città metropolitane: Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Napoli e Reggio Calabria, il cui territorio coincide con quello della Provincia omonima.

Resta ferma l’iniziativa dei Comuni (compresi i Comuni capoluogo delle Province limitrofe) per la modifica delle Circoscrizioni provinciali limitrofe e per l’adesione alla Città metropolitana ai sensi dell’art. 133, comma 1 Cost.

La L. 56/2014 (comma 44) attribuisce alle Città metropolitane le medesime funzioni riconosciute alle Province, nonché ulteriori funzioni fondamentali proprie delle città metropolitane attinenti in generale la pianificazione territoriale, il coordinamento nella gestione dei servizi pubblici, la mobilità e la viabilità, la promozione e il coordinamento dello sviluppo economico e sociale e dei sistemi di informazione e digitalizzazione.

Ancora altre funzioni possono essere attribuite alle città metropolitane dallo Stato o dalle Regioni (ciascuno per le proprie competenze) in attuazione dei principi di sussidiarietà, adeguatezza e differenziazione di cui all’art. 118 Cost.

La L. 56/2014 prevede quali organi della Città metropolitana: il Sindaco metropolitano [vedi], il Consiglio metropolitano [vedi] e la Conferenza metropolitana [vedi].

Tutti gli incarichi ricoperti presso la Città metropolitana sono svolti a titolo gratuito.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI