Che significa? Civil law

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Civil law (d. comp.): Con l’espressione «civil law», o «diritto continentale», in contrapposizione con quella di Common law [vedi] si è soliti fare riferimento agli ordinamenti appartenenti alla famiglia romano-germanica, sviluppatasi a partire dal XIII secolo nell’Europa continentale, che costituisce la prima famiglia del mondo giuridico contemporaneo (oltre che la più diffusa attualmente). Il suo sviluppo può essere idealmente distinto in due periodi:

—  dal XIII al XVIII secolo, grazie all’influsso della dottrina, si assistette ad una vera e propria rinascita degli studi di diritto romano in tutte le università europee (in particolare delle regole di diritto introdotte ai tempi di Augusto (I sec., VII sec d.C.) e Giustiniano);

—  dal XIX secolo si è, invece, proceduto ad un’opera di codificazione e positivizzazione del diritto che, ancora oggi, caratterizza gli ordinamenti di civil law rispetto a quelli di common law [vedi].

La codificazione, insieme al processo di colonizzazione dell’impero, ha agevolato notevolmente la diffusione di tale sistema giuridico che, oltrepassando i confini geografici dell’antico Impero romano in cui ebbe origine, influenza oggi anche l’America latina, larga parte dell’Africa, i Paesi del Medio Oriente che si affacciano sul Mediterraneo, il Giappone e l’Indonesia.

Gli ordinamenti riconducibili al modello di civil law, a differenza di quelli di common law, si distinguono dunque per un alto grado di formalismo giuridico e di rispetto della legge scritta che, come tale, vincola la condotta degli organi giurisdizionali che sono tenuti ad applicarla ai casi che si presentano nei tribunali.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI