Che significa? Commessi

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Commessi (d. comm.): Sono ausiliari dell’imprenditore [vedi], che esercitano attività subordinate di concetto o materiali, estranee a funzioni direttive.

Essi possono essere:

  preposti alla vendita nei locali dell’impresa, cd. commessi di negozio;

  incaricati della vendita da piazza a piazza, cd. commessi viaggiatori.

I loro poteri rappresentativi sono strettamente collegati alle mansioni svolte: essi, perciò, possono compiere gli atti che ordinariamente comporta la specie delle operazioni di cui sono incaricati (art. 2210 c.c.).

Tuttavia i commessi:

  non possono esigere il prezzo delle merci delle quali non facciano la consegna, né concedere dilazioni o sconti che non siano di uso (art. 2210 c.c.);

  non possono derogare alle condizioni generali di contratto o alle clausole stampate sui moduli dell’impresa senza una speciale autorizzazione scritta (art. 2211 c.c.);

  non possono esigere il prezzo delle merci vendute fuori dai locali di vendita, né nei locali stessi se alla riscossione è destinata un’apposita cassa (art. 2213 c.c.);

  non possono acquistare in proprio merci vendute nel negozio ad un prezzo inferiore a quello fissato per la vendita al pubblico, salvo autorizzazione dell’imprenditore (ex art. 1395 c.c.).


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI