Che significa? | Termini giuridici

Commutazione

15 Ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 15 Ottobre 2015



Commutazione

Commutazione della pena (d. cost.)

Potere attribuito al Presidente della Repubblica che gli conferisce la possibilità di trasformare una pena detentiva in altra meno afflittiva.

Rappresenta, insieme alla grazia [vedi], un provvedimento di clemenza individuale e costituisce uno dei poteri residuali discrezionali precedentemente attribuiti alla corona, ed oggi ascrivibili alla figura del Capo dello Stato.

Si noti che anche l’amnistia [vedi] e l’indulto [vedi], che sono provvedimenti di clemenza generale, in passato costituivano anch’essi una prerogativa del Presidente della Repubblica, mentre oggi sono di competenza del Parlamento (ex L. Cost. 1/1992, che ha modificato l’art. 79 della Costituzione).

Commutazione nel diritto ereditario (d. civ.)

Era la facoltà attribuita ai figli legittimi [vedi Filiazione], in concorso con figli naturali [vedi Filiazione], di soddisfare in denaro o in beni immobili la porzione di eredità spettante ai figli naturali che non si opponessero (art. 537 c.c.).

La riforma della filiazione (L. 49/2012), attuata con D.Lgs. 154/2013, ha definitivamente sancito l’equiparazione tra figli legittimi e naturali, eliminando così ogni residua differenza di trattamento.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI