Che significa? | Termini giuridici

Consenso

20 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 20 ottobre 2015



Consenso

Consenso informato (d. civ.) (d. amm.)

È l’adesione, espressa di norma in forma scritta su apposito modulo, che il malato dà alle proposte diagnostico-terapeutiche formulate dal medico curante per la cura delle patologie da cui è affetto.

La necessità del consenso risulta implicitamente enucleabile dal disposto dall’art. 32 della Costituzione nel quale si sancisce che nessuno può essere obbligato a sottoporsi ad un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge (es.: vaccinazioni obbligatorie, malattie psichiatriche).

Giuridicamente, la Corte costituzionale intervenuta in materia con sent. 7-7-2009, n. 253, dichiara che il consenso informato riveste natura di principio fondamentale in materia di tutela della salute in virtù della sua funzione di sintesi di due diritti fondamentali della persona: quello all’autodeterminazione e quello alla salute.

In base al Codice Deontologico del Medico che sancisce l’obbligo di informazione al paziente o all’eventuale terzo, nonché l’obbligo di acquisire il consenso del paziente o del legale rappresentante nell’ipotesi di minore [vedi Minore età], sussiste un obbligo diretto, di natura deontologica, all’informazione al paziente, nonché all’acquisizione del consenso. Obbligo che, ove non ottemperato, potrebbe dar luogo di per sé, indipendentemente da eventuali danni in capo al paziente, all’apertura di procedimento disciplinare a carico del sanitario, davanti all’Ordine professionale competente.

Le informazioni devono essere fornite dal medico in forma personalizzata tenendo conto del livello culturale del paziente, e perciò evitando l’uso di terminologia eccessivamente tecnica, del grado di emotività anche in relazione al carattere della prognosi, delle sue capacità di discernimento e devono essere esaustive.

Quando il malato non sia in grado di esprimere validamente il suo consenso, perché minorenne o incapace di intendere o volere, interviene la volontà dei genitori e del tutore [vedi Tutela e istituti di protezione degli incapaci], salvo il caso di soccorso determinato dalla necessità urgente e improrogabile di evitare che il paziente subisca un danno grave alla persona.

Nelle ipotesi in cui il paziente non possa prestare alcun valido consenso, pertanto, il medico dovrà assumersi in prima persona ogni responsabilità, e, qualora decidesse di intervenire, non sarà punibile. Sia il codice penale (art. 54), infatti, sia il codice deontologico (artt. 7 e 35) prevedono che, in situazioni d’emergenza, il medico è tenuto a prestare la sua opera per salvaguardare la salute del paziente.

Il medico può agire senza l’assenso del malato nelle situazioni che mettono a repentaglio la salute della collettività. Per esempio, per prevenire la diffusione di epidemie sono obbligatorie alcune vaccinazioni o la cura forzata della tubercolosi e delle malattie veneree contagiose.

Consenso nel diritto islamico

Il consenso (ijm-a’, che viene dal verbo jama’a, traducibile con «riunire», «esser d’accordo») consiste nell’opinione concorde della comunità ed è generalmente considerato la quarta fonte del diritto islamico, accettata in quanto tale dalla maggioranza del mondo musulmano che ne fonda la legittimità sul Corano e sulle tradizioni attribuite a Maometto, secondo il celebre .hadith «la mia comunità non si troverà mai in accordo sopra un errore».

Per consenso della comunità, nella fattispecie, deve intendersi quello chiaramente formulato da parte di un numero sufficientemente ampio di giurisperiti fra i più autorevoli; su una certa questione giuridica. Il precetto che ne scaturisce acquisisce in tal modo una portata universale e non può più essere contraddetto o abrogato, a differenza delle norme che promanano dall’ijtih-ad individuale.

Consenso nel negozio giuridico (d. civ.): [vedi Contratto; Responsabilità precontrattuale; Trattative].

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI