Che significa? | Termini giuridici

Consoli

20 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 20 ottobre 2015



Consoli (d. int.): Sono organi individuali (burocratici o onorari) dello Stato distaccati all’estero, cui sono affidate le relazioni consolari.

Svolgono funzioni di natura interna e prevalentemente amministrativa, a differenza degli agenti diplomatici, investiti, invece, di funzioni di carattere internazionale e di rappresentanza politica.

Le relazioni consolari che si instaurano solo dopo un accordo internazionale (convenzione consolare) necessitano, per il loro stabilimento, di una procedura di gradimento che si apre con la presentazione delle lettere patenti [vedi] da parte del console, cui lo Stato ricevente concede una specifica autorizzazione di natura discrezionale (exequatur [vedi]), sottoposta ad un particolare regime di pubblicità.

I consoli, che possono trattare con le autorità locali qualsiasi questione riguardante soprattutto i propri concittadini (cd. attività localizzata), se non è diversamente disposto da convenzioni particolari, godono di un’immunità funzionale, nel senso che, solo quando sono nell’esercizio delle proprie funzioni, possono invocare la protezione delle immunità diplomatiche.

I consoli possono essere:

—  di carriera: se appartengono allo Stato della missione e sono ad essi burocraticamente legati con un rapporto di servizio;

—  onorari: se non hanno tale vincolo e, in genere, sono cittadini dello Stato territoriale.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI