Che significa? Contraffazione, alterazione o uso di marchi o segni distintivi ovvero di brevetti, modelli e disegni

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Contraffazione, alterazione o uso di marchi o segni distintivi ovvero di brevetti, modelli e disegni (d. comm.): La contraffazione consiste in una condotta di creazione di una cosa in tutto simile ad un’altra in modo da trarre in inganno sulla sua essenza, mentre per alterazione si intende la modifica dell’aspetto, della sostanza o della natura di una cosa. Nel riformulare la fattispecie in esame, il legislatore del 2009 ha espressamente richiesto che sussista la possibilità, da parte del reo, di conoscere l’esistenza del titolo di proprietà industriale (L. 23-7-2009, n. 99). Il reato si consuma, in relazione alle condotte di contraffazione e di alterazione, nel momento in cui la falsificazione è stata eseguita con risultati tali da ammettere una effettiva confondibilità fra segni ed il rischio di confusione, mentre in relazione alla condotta di uso, il momento consumativo si identifica con il primo atto di utilizzo commerciale o industriale.

Pena: Reclusione da 6 mesi a 3 anni e la multa da euro 2.500 a euro 25.000 (co. 1); reclusione da 1 a 4 anni e multa da 3.500 a 35.000 euro (co. 2).


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI