Che significa? | Termini giuridici

Conventio ad excludendum

20 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 20 ottobre 2015



Conventio ad excludendum (d. cost.): Accordo raggiunto nel 1948 tra i partiti centristi del nostro sistema con il quale si escludeva pregiudizialmente ogni tipo di coalizione di governo con i partiti delle sinistre.

Tale intesa, derivante da una contingenza internazionale (la cd. guerra fredda) tendeva ad escludere nei Paesi al di qua della «cortina», ogni ingerenza di partiti socialisti o comunisti, che, comunque, potesse creare eventuali avamposti occidentali del sistema sovietico.

In conseguenza della conventio ad excludendum nel nostro Paese si è creata una situazione di democrazia bloccata [vedi Democrazia] nella quale è caduta ogni possibilità di alternanza al governo.

Ulteriore effetto della conventio ad excludendum è stato il cd. congelamento della Costituzione, cioè l’impossibilità di qualsiasi modifica del sistema costituzionale, attraverso il procedimento di revisione costituzionale [vedi]; infatti il peso politico delle sinistre in Parlamento, pur se successivamente attenuato con l’ingresso dei socialisti nel governo (cd. centro-sinistra), è stato tale da impedire una maggioranza che potesse coagulare una convergenza dei 2/3 dei suffragi, quorum richiesto, salvo referendum, per l’emanazione di leggi costituzionali.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI