Dizionario | Termini giuridici

Cortes Generales

20 Ottobre 2015 | Autore:
dizionario giuridico

Cortes Generales (d. comp.): Organo rappresentativo della volontà popolare in Spagna, disciplinate in Costituzione al Titolo III, Capitolo I (artt. 66-80) e si compongono del Congresso dei deputati e del Senato e godono di piena autonomia regolamentare e amministrativa.

La Costituzione spagnola non indica l’esatto numero dei componenti delle Camere, numero che dipende da una serie di fattori geografici e demografici.

Il Congresso dei deputati è formato da un un numero che oscilla da un minimo di 300 a un massimo di 400 membri, eletti secondo un sistema proporzionale con circoscrizioni plurinominali su base provinciale e sbarramento del 3% per la distribuzione dei seggi.

Il Senato si compone di 256 membri eletti con sistema maggioritario corretto: quattro senatori per Provincia, uno per ogni Comunità autonoma, uno per ogni milione di abitanti per territorio. Il Senato è definito «Camera di rappresentanza territoriale», ma in realtà opera come organo correttivo alla rappresentanza proporzionale del Congresso.

Il sistema previsto è un bicameralismo imperfetto, in quanto vige una prevalenza del Congresso sul Senato, sia nelle funzioni di controllo politico sia nel procedimento legislativo: solo il Congresso dei deputati, infatti, interviene nel rapporto di fiducia, nell’investitura del Presidente del Governo (di cui può esigere la responsabilità) e nella dichiarazione degli stati speciali quali stato di allarme, stato di eccezione o stato di assedio.

Il Congresso può, inoltre, superare la resistenza del Senato all’approvazione di una proposta normativa con una seconda votazione a maggioranza assoluta — o addirittura semplice — entro due mesi.

Le due Camere hanno stessi poteri solo in caso di revisione costituzionale.




NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube