Dizionario | Termini giuridici

Crimini internazionali

20 Ottobre 2015 | Autore:
dizionario giuridico

Crimini internazionali (d. int.): Sono tutte quelle gravi violazioni di un obbligo internazionale essenziale alla protezione di interessi della comunità nel suo insieme, la cui responsabilità è imputata materialmente a coloro che le hanno commesse, anche se hanno agito in veste di organi dello Stato e non come singoli.

Secondo la classificazione adottata dal Tribunale di Norimberga, integrata dalle disposizioni dello Statuto della Corte penale internazionale [vedi], è possibile operare una distinzione tra crimini contro l’umanità e di guerra, ai quali devono essere aggiunti i crimini di aggressione armata e di genocidio [vedi].

Nei crimini contro l’umanità sono ricompresi una serie di atti commessi nell’ambito di un esteso e sistematico attacco contro popolazioni civili e con la consapevolezza dell’attacco. In particolare rientrano in questa categoria:

—  l’omicidio;

—  lo sterminio;

—  la riduzione in schiavitù;

—  la deportazione o trasferimento forzato della popolazione;

—  l’imprigionamento o altri gravi forme di privazione della libertà personale in violazione di norme fondamentali di diritto internazionale;

—  la tortura;

—  lo stupro, la schiavitù sessuale, la prostituzione forzata, la gravidanza forzata, la sterilizzazione forzata e altre forme di violenza sessuale di analoga gravità;

—  la persecuzione contro un gruppo o una collettività dotati di propria identità, inspirata da ragioni di ordine pubblico, razziale, nazionale, etnico, culturale, religioso o di genere sessuale;

—  la sparizione forzata delle persone;

—  l’apartheid;

—  gli altri atti inumani di analogo carattere diretti a provocare intenzionalmente grandi sofferenze o gravi danni all’integrità fisica o alla salute fisica o mentale.

I crimini di guerra, invece, rappresentano delle gravi violazioni del diritto internazionale bellico così come delineato dalle Convenzioni di Ginevra del 1949. In particolare rientrano in questa categoria l’uccisione o il maltrattamento di prigionieri di guerra, la deportazione di civili, il bombardamento di edifici, saccheggi, stupri di massa etc.




NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube