Che significa? | Termini giuridici

Crisi di Governo

20 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 20 ottobre 2015



Crisi di Governo (d. cost.): Nei sistemi di tipo parlamentare la crisi di governo si apre quando viene meno la fiducia [vedi] della maggioranza parlamentare e il Governo [vedi] non è più di fatto in grado di funzionare regolarmente (perché il Parlamento [vedi] si opporrebbe sistematicamente alle sue iniziative).

Le crisi di governo possono essere:

—  parlamentari: in seguito a sfiducia del Parlamento, che può essere espressa o tacita;

—  extraparlamentari: si verificano in seguito ad un evento accidentale ed esterno che paralizza il funzionamento del Governo e lo costringe alle dimissioni;

—  pseudo-parlamentari: dovute a mutati atteggiamenti di gruppi parlamentari che, ad esempio, si ritirano dalla coalizione di Governo [vedi].

In questi ultimi due casi, il Governo non è giuridicamente obbligato a dimettersi anche se il verificarsi di una delle crisi sopra elencate provoca le dimissioni spontanee del Governo, prima del voto della mozione [vedi] di sfiducia.

 

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI