Che significa? D.N.A.

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

D.N.A. [direzione nazionale antimafia] (d. pub.)

Organismo istituito dal D.L. 367/1991 conv. con modif. in L. 8/1992, nell’ambito della Procura generale presso la Corte di Cassazione avente il compito di coordinare, in ambito nazionale, le indagini relative alla criminalità organizzata.

Al vertice della D.N.A. è preposto un Procuratore nazionale antimafia nominato direttamente dal Consiglio Superiore della Magistratura [vedi]. Il Procuratore si avvale per l’espletamento delle indagini delle strutture della Direzione investigativa antimafia [vedi].

Il Procuratore nazionale antimafia è sottoposto alla vigilanza del Procuratore generale presso la Corte di Cassazione che riferisce al Consiglio Superiore della Magistratura e ai Presidenti delle Camere circa l’attività svolta e i risultati conseguiti dalla D.N.A..

DNA [esame del] (crim.)

Esame eseguito per identificare il profilo genetico di un individuo attraverso il prelievo di un campione di D.N.A. ovvero di acido desossiribonucleico.

Dal momento che tutte le cellule dotate di nucleo contengono D.N.A., identico per una stessa persona, la quasi totalità dei materiali biologici rilasciati dal corpo umano (sangue, saliva, capelli etc.) consente di risalire all’identità personale.

La medicina forense si serve di questo strumento nei giudizi di accertamento del legame di filiazione o per identificare, in ambito investigativo, gli autori di atti criminosi, in particolar modo nei casi di omicidio e violenza sessuale.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI