Che significa? | Termini giuridici

Dato personale

14 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 ottobre 2015



Dato personale (d. amm.): Per Dato personale si intende “qualunque informazione” relativa a persona fisica, identificata o identificabile, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale (quindi, un numero di telefono, un indirizzo, le impronte digitali o un’immagine o la voce di un soggetto). Rientra in tale nozione, quindi, qualunque informazione il cui utilizzo può portare alla identificazione, anche indiretta, di un soggetto.

Inoltre, il Dato personale da tutelare può essere anche riferito a persone decedute (in tal caso l’accesso allo stesso è riconosciuto dall’art. 9 c.d.p. “a tutti coloro che hanno un interesse proprio, ovvero agiscono a tutela dell’interessato o per ragioni familiari meritevoli di protezione”) e non necessariamente deve trattarsi di un dato scritto o testuale, applicandosi la disciplina del D.Lgs. 196/2003 (cd. Codice della privacy), ad esempio, anche al trattamento di fotografie o di videoriprese. La genericità della nozione di Dato personale ha indotto il legislatore, all’art. 4 del Codice della privacy, ad individuare diverse tipologie alla stessa ascrivibili. In particolare:

—  Dato personale sensibili: idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, politico o sindacale nonché: Dato personale idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale. Vedi anche schema alla pagina seguente.

—  Dato personale identificativi: che permettono, cioè, l’identificazione diretta dell’interessato;

—  Dato personale giudiziari: idonei a rivelare i provvedimenti in materia di casellario giudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato e dei relativi carichi pendenti, o la qualità di imputato o indagato;

—  Dato personale anonimi: non collegabili ad alcun soggetto, purché raccolti in forma anonima fin dall’inizio o per come elaborati a seguito di trattamento.

DATI PERSONALI SENSIBILI

Disciplina: i dati sensibili possono essere oggetto di trattamento solo con il consenso scritto dell’interessato e previa autorizzazione del Garante.

Il Garante comunica la decisione adottata sulla richiesta di autorizzazione entro quarantacinque giorni, decorsi i quali la mancata pronuncia equivale a rigetto.

Con il provvedimento di autorizzazione, o anche successivamente, il Garante può pre-scrivere misure e accorgimenti a garanzia dell’interessato, che il titolare del trattamento è tenuto ad adottare.

I dati sensibili possono essere oggetto di trattamento anche senza consenso, previa autorizzazione del Garante:

–             quando il trattamento è effettuato da associazioni, enti od organismi senza scopo di lucro, anche non riconosciuti, a carattere politico, filosofico, religioso o sindacale, compresi partiti e movimenti politici, per il perseguimento di scopi determinati e legittimi individuati dall’atto costitutivo, dallo statuto o dal contratto collettivo, relativamente ai dati personali degli aderenti o dei soggetti che in relazione a tali finalità hanno contatti regolari con l’associazione, ente od organismo, sempre che i dati non siano comunicati all’esterno o diffusi e l’ente, associazione od organismo determini idonee garanzie relativamente ai trattamenti effettuati, prevedendo espressamente le modalità di utilizzo dei dati;

–             quando il trattamento è necessario per la salvaguardia della vita o dell’incolumità fisica di un terzo;

–             quando il trattamento è necessario ai fini dello svolgimento delle investigazioni difensive o per far valere o difendere in sede giudiziaria un diritto, sempre che i dati siano trattati esclusivamente per tali finalità e per il periodo strettamente necessario al loro perseguimento;

–             quando è necessario per adempiere a specifici obblighi o compiti previsti dalla legge, da un regolamento o dalla normativa comunitaria per la gestione del rapporto di lavoro.

I dati idonei a rivelare lo stato di salute non possono essere diffusi.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI