Che significa? | Termini giuridici

Delegificazione

14 Ottobre 2015 | Autore:
dizionario giuridico

> Dizionario Pubblicato il 14 Ottobre 2015



Delegificazione (d. cost.): Termine che indica il potere del legislatore di affidare una determinata materia, già disciplinata da legge, alla competenza normativa del potere esecutivo, con conseguente abrogazione delle norme di legge e loro sostituzione da parte di norme di rango secondario (poste cioè sotto la legge nel sistema delle fonti del diritto).

L’art. 172, L. 400/1988 (Disciplina dell’attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri) prevede i regolamenti di Delegificazione [vedi Regolamenti], emanati per la disciplina di materie, non coperte da riserva assoluta di legge [vedi Riserva di legge] prevista da Costituzione, per le quali leggi statali, autorizzando l’esercizio della potestà regolamentare, determinano le norme generali regolatrici della materia e dispongono l’abrogazione delle norme di legge vigenti con effetto dall’entrata in vigore delle norme regolamentari.



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA