Che significa? | Termini giuridici

Delegificazione

14 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 ottobre 2015



Delegificazione (d. cost.): Termine che indica il potere del legislatore di affidare una determinata materia, già disciplinata da legge, alla competenza normativa del potere esecutivo, con conseguente abrogazione delle norme di legge e loro sostituzione da parte di norme di rango secondario (poste cioè sotto la legge nel sistema delle fonti del diritto).

L’art. 172, L. 400/1988 (Disciplina dell’attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri) prevede i regolamenti di Delegificazione [vedi Regolamenti], emanati per la disciplina di materie, non coperte da riserva assoluta di legge [vedi Riserva di legge] prevista da Costituzione, per le quali leggi statali, autorizzando l’esercizio della potestà regolamentare, determinano le norme generali regolatrici della materia e dispongono l’abrogazione delle norme di legge vigenti con effetto dall’entrata in vigore delle norme regolamentari.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI