Che significa? | Termini giuridici

Detrazione d’imposta

14 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 ottobre 2015



Detrazione d’imposta (d. trib.): Importo che il contribuente può sottrarre dalle imposte che avrebbe dovuto versare applicando le normali aliquote d’imposta fissate dal legislatore.

Costituisce, pertanto, un meccanismo di attenuazione dell’imposizione.

La Detrazione d’imposta si differenzia:

—  dalla deduzione [vedi] perché quest’ultima è la somma che lo Stato consente di sottrarre dal proprio reddito, mentre nella Detrazione d’imposta la decurtazione viene operata sull’imposta da versare;

—  dalla riduzione d’imposta che, invece, consente di applicare sin dall’inizio un’aliquota d’imposta inferiore rispetto alla generalità dei casi (es.: aliquota del 2% invece che del 4%).

La norma tributaria prevede due distinti tipi di Detrazione d’imposta:

—  oggettive, che riguardano la composizione qualitativa della base imponibile [vedi] (si pensi alle diverse Detrazione d’imposta spettanti per i vari redditi);

—  soggettive, se collegate alla situazione personale del contribuente.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI