Che significa? Discriminazione

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Discriminazione

Divieto di Discriminazione (d. cost.)

La Costituzione repubblicana, affermando il principio di uguaglianza [vedi] vieta ogni forma di Discriminazione rispetto al sesso, alla razza, alla lingua, alla religione, alle opinioni politiche e alle condizioni personali e sociali. Lo Stato interviene a tutela dei soggetti più deboli soprattutto attraverso il Welfare pubblico, aspetto tipico dello Stato sociale [vedi Welfare State].

Discriminazione razziale [reati in materia di] (d. pen.)

In attuazione dei principi contenuti nella Convenzione di New York del 7 marzo 1966 è stata elaborata una disciplina contenente sia fattispecie delittuose quali l’apologia, istigazione e associazione finalizzate alla discriminazione razziale previste dalla L. 654/1975, sia disposizioni di prevenzione alla violenza razziale come particolari sanzioni accessorie alla condanna principale quali quelle che comportano l’obbligo di rientrare in casa entro una certa ora o il divieto di partecipare ad attività di propaganda elettorale, o l’obbligo di prestare un’attività non retribuita a favore della collettività per finalità sociali o di pubblica utilità, contenute invece nella L. 205/1993. Con tale disciplina si è inteso punire chi si fa promotore o aderisce ad associazioni che professano l’odio razziale o la discriminazione per motivi etnici, nazionali o religiosi.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI