Che significa? | Termini giuridici

Discussione

15 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 15 ottobre 2015



Discussione

Discussione nel processo civile

La Discussione della causa nel processo civile consiste nell’esposizione orale, ad opera dei difensori delle parti, delle ragioni che sorreggono le domande e le eccezioni precedentemente proposte, in udienza pubblica, dinanzi al giudice.

Finita la Discussione, il giudice ordina che la causa venga decisa.

Nella pratica, la Discussione è soltanto simbolica, in quanto i procuratori delle parti si limitano per lo più a leggere le conclusioni rese all’udienza a ciò destinata, o, ancora più spesso, a chiedere semplicemente che la causa venga decisa.

Il legislatore, prendendo atto di tale realtà, con la L. 353/1990, ha abolito, come regola generale, l’udienza di Discussione, prevedendo che alla scadenza del termine per il deposito delle comparse conclusionali, decorre il termine di 60 giorni per la decisione della causa e il deposito della sentenza (art. 275 c.p.c.). Tuttavia, è consentito a ciascuna delle parti chiedere che la causa sia discussa oralmente dinanzi al collegio o al giudice unico [vedi Decisione della causa].

La richiesta di Discussione orale deve essere proposta in sede di precisazione delle conclusioni e reiterata al presidente del Tribunale alla scadenza del termine previsto per lo scambio delle memorie di replica. In presenza di tale richiesta, il presidente deve fissare la data dell’udienza di Discussione.

Nel processo del lavoro [vedi Processo del lavoro] l’udienza di Discussione fissata dal giudice costituisce il fulcro di tutto il procedimento. Essa serve a creare il primo contatto tra le parti e a consentire al giudice l’interrogatorio libero [vedi Interrogatorio] e il tentativo di conciliazione [vedi]. A questo scopo è espressamente stabilito l’obbligo di comparizione personale delle parti, dalla cui mancanza il giudice può trarre valutazioni ai fini della decisione [vedi Sentenza]. Se, invece, le parti sono presenti nell’udienza fissata per la discussione della causa, il giudice le interroga liberamente sui fatti della causa e tenta la conciliazione della lite.

Discussione nel processo penale

È il momento finale del dibattimento [vedi] in cui le parti, dopo l’assunzione delle prove, presentano le loro conclusioni.

L’art. 523 elenca l’ordine tassativo degli interventi: pubblico ministero; difensori della parte civile, del responsabile civile, della persona civilmente obbligata per la pena pecuniaria e dell’imputato.

Il presidente dirige la Discussione e impedisce ogni divagazione, ripetizione e interruzione.

Tutte le parti indicate hanno diritto di replicare per una volta; in ogni caso, l’imputato ed il difensore devono avere, a pena di nullità, la parola per ultimi, se la domandano.

La discussione non può essere interrotta per l’assunzione di nuove prove, se non in caso di assoluta necessità.

Esaurita la Discussione, il presidente dichiara chiuso il dibattimento.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI