Dizionario | Termini giuridici

Diuturnitas

19 Ottobre 2015 | Autore:
dizionario giuridico

Diuturnitas [o usus] (t. gen.): È la ripetizione costante di un determinato comportamento nel tempo da parte di una generalità di soggetti.

Insieme all’opinio juris ac necessitatis [vedi] è uno dei due elementi (o presupposti) che concorrono alla formazione di una consuetudine [vedi].

Nel diritto internazionale per alcuni autori la consuetudine è la fonte primaria dell’ordinamento, e la Diuturnitas consiste in un comportamento costante e uniforme tenuto dalla generalità dei soggetti internazionali (Stati) ripetuto nel tempo. Anche se non è richiesta l’uniformità totale del comportamento degli Stati, è comunque indispensabile un alto livello di consenso.

La consuetudine internazionale è caratterizzata da una certa flessibilità, cosicché può essere derogata mediante accordo. Esistono però alcune consuetudini non derogabili, in quanto tutelano valori fondamentali della comunità internazionale [vedi Ius cogens].

CONSUETUDINE INTERNAZIONALE

E IUS COGENS

A partire dagli anni ’50 si è gradualmente affermata l’idea dello ius cogens, ovvero di un nucleo di norme internazionali aventi natura imperativa, ovvero inderogabili da parte dei singoli Stati, i quali riconoscono l’esistenza di un insieme di norme non negoziabili (principi) che incorporano valori supremi dell’ordinamento giuridico internazionale nel suo complesso.

Il primo riconoscimento dello ius cogens si è avuto con l’adozione della Convenzione di Vienna sul diritto dei Trattati del 1969.



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube