Che significa? | Termini giuridici

Edifici di culto

20 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 20 ottobre 2015



Edifici di culto (d. eccl.): Edifici destinati all’esercizio pubblico del culto, denominati genericamente chiese (si parla anche di cappelle, oratori e, per alcune confessioni acattoliche, di templi, moschee, sinagoghe).

In base all’art. 5 del Nuovo Concordato del 1984 e alle intese [vedi] finora stipulate con le confessioni acattoliche, gli Edifici di culto non possono essere requisiti, occupati, espropriati o demoliti, se non per gravi ragioni e previo accordo con la competente autorità ecclesiastica.

Salvi i casi di urgente necessità, la forza pubblica non può entrarvi, per l’esercizio delle sue funzioni, senza averne dato previo avviso alla competente autorità ecclesiastica.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI