Dizionario | Termini giuridici

Evasione

22 Ottobre 2015 | Autore:
dizionario giuridico

Evasione (d. pen.): È inserito nel titolo dei delitti contro l’amministrazione della giustizia.

Commette tale delitto chi, essendo legalmente arrestato o detenuto, evade. La norma si applica anche al condannato ammesso a lavorare fuori dello stabilimento penale.

All’arresto [vedi] è equiparato il fermo di indiziati di reato. Detenuto è anche chi abbia ottenuto gli arresti domiciliari. Presupposto del reato è che l’arresto e la detenzione siano conformi a legge ossia che siano state rispettate le norme dell’ordinamento in tema di misure restrittive della libertà personale applicate in via cautelare o della sanzione detentiva cui il soggetto è sottoposto.

La condotta nel reato di Evasione consiste nel sottrarsi all’arresto o alla detenzione. Tale condotta può realizzarsi in vari modi.

Il delitto si consuma quando il soggetto riesce a sottrarsi, anche per breve tempo, ma in maniera completa, alla restrizione di libertà in cui era tenuto.

Il dolo [vedi] è dato dalla coscienza e volontà dell’evasione, con la consapevolezza di trovarsi in stato di arresto o detenzione.

Il delitto è aggravato se il fatto è commesso con violenza o minaccia verso le persone o mediante effrazione, e se la violenza o la minaccia è commessa con armi o con più persone riunite.

Pena: Reclusione da 1 a 3 anni, per l’ipotesi-base; reclusione da 2 a 5 anni per il fatto commesso usando violenza o minaccia verso le persone, ovvero mediante effrazione; reclusione da 3 a 6 anni se la violenza o minaccia è commessa con armi o da più persone riunite.

Evasione fiscale (d. trib.)

È un comportamento in violazione della legge, che si verifica quando il contribuente tenuto al pagamento dell’imposta, si sottrae in tutto (evasione totale) o in parte (evasione parziale) all’obbligo tributario. Si tratta generalmente di comportamento doloso, in quanto il danno arrecato all’erario è intenzionalmente voluto dal soggetto (omessa dichiarazione, presentazione di una dichiarazione falsa, simulazione di passività fittizie, contrabbando, tenuta irregolare della contabilità etc. [vedi Reati tributari]); ma è anche ipotizzabile un comportamento colposo, se l’Evasione dipende da ignoranza scusabile di norme di legge oppure da errori involontariamente commessi dal contribuente.

L’illecito tributario [vedi] integra gli estremi di un illecito amministrativo, con la conseguente irrogazione di sanzioni amministrative; talora, per ipotesi di più rilevante gravità, lo stesso illecito tributario può integrare anche gli estremi di un illecito penale (delitto o contravvenzione), che dà luogo all’applicazione di sanzioni penali.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube