Che significa? | Termini giuridici

Evizione

22 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 22 ottobre 2015



Evizione [garanzia per] (d. civ.): È una garanzia che inerisce, in particolare, al contratto di compravendita [vedi], con la quale il venditore assume il rischio dello spoglio subito dal compratore del bene acquistato, in conseguenza di una pronuncia giudiziaria che accerti un difetto nel diritto del venditore a vantaggio di un terzo.

Effetti della garanzia sono:

—  in caso di Evizione totale: il venditore deve restituire al compratore il prezzo pagato e rimborsargli le spese di contratto e le spese successive e utili fatte per la cosa (artt. 1479-1482 c.c.);

—  in caso di Evizione parziale: il compratore può ottenere una riduzione del prezzo, oltre al risarcimento del danno [vedi]. Si applicano, però, le norme sull’Evizione totale, qualora risulti, secondo le circostanze, che egli non avrebbe acquistato la cosa senza la parte di cui non è divenuto proprietario (art. 1480 c.c.).

La garanzia per Evizione costituisce un effetto naturale del negozio e pertanto non occorre una specifica pattuizione che la preveda. Il compratore può, però, rinunciarvi o contentarsi di una garanzia minore, come può pattuire che ne derivino effetti più gravi (art. 1487 c.c.). La clausola di esclusione della garanzia non vale, però, nel caso di dolo [vedi] o colpa grave [vedi Colpa] del venditore né vale ad eliminare la responsabilità per Evizione derivante da un fatto suo proprio.

L’Evizione è prevista anche, in tema di divisione ereditaria [vedi], tra coeredi dividenti (artt. 758 e 759 c.c.), nonché in materia di donazione [vedi] (art. 797 c.c.).

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI