Che significa? | Termini giuridici

Fiscal compact

23 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 23 ottobre 2015



Fiscal compact (d. UE): È il Trattato sulla stabilità, sul coordinamento e sulla governance nell’Unione economica e monetaria dell’Unione europea [vedi], noto come Fiscal compact, o patto di bilancio.

Firmato il 2 marzo 2012 da tutti i paesi membri dell’Unione europea, ad eccezione del Regno Unito e della Repubblica Ceca, ed entrato in vigore il 1° gennaio 2013, introduce l’obbligo dell’equilibrio di bilancio negli Stati dell’Unione. La decisione di utilizzare, per l’introduzione del patto di bilancio, un nuovo trattato intergovernativo, invece di procedere alla modifica dei trattati già esistenti (come era nelle intenzioni della maggior parte dei paesi europei) è stata determinata dal veto posto in tal senso dal Regno Unito.

L’obiettivo del Fiscal compact è rafforzare il pilastro economico dell’unione economica e monetaria adottando una serie di regole intese a rinsaldare la disciplina di bilancio attraverso un patto di bilancio, a potenziare il coordinamento delle loro politiche economiche e a migliorare la governance della zona euro.

I principi fondamentali per raggiungere tale obiettivo, noti come «regole d’oro», sono i seguenti:

—  gli Stati si impegnano a fare in modo che la posizione dei propri bilanci pubblici sia in pareggio (cioè in equilibrio) o in avanzo (cioè positiva). È ammesso un disavanzo (o deficit) strutturale fino allo 0,5% del PIL;

—  il rapporto tra deficit e PIL non dovrà superare il 3%, come definito nel Patto di stabilità ;

—  salvo casi eccezionali, quando si constatino deviazioni significative dall’obiettivo di medio termine stabilito o dal percorso di avvicinamento a tale obiettivo, è attivato automaticamente un meccanismo di correzione;

—  le disposizioni contenute nel Trattato devono obbligatoriamente essere introdotte all’interno degli ordinamenti degli Stati membri, preferibilmente con legge costituzionale;

—  i capi di Stato o di governo dei paesi della zona euro sono tenuti a incontri periodici nelle riunioni del Vertice euro, insieme con il presidente della Commissione europea e alla presenza, facoltativa, del presidente della BCE [vedi]; i Vertici euro si terranno almeno due volte all’anno.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI