Che significa? | Termini giuridici

Forza di legge

23 Ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 23 Ottobre 2015



Forza di legge (d. cost.): La Forza di legge  è la capacità di un atto di innovare l’ordinamento giuridico, subordinatamente alla Costituzione e alle leggi costituzionali intese come fonti superiori, abrogando o modificando atti equiparati o di rango inferiore.

Questa definizione ha anche un altro risvolto: la forza di legge è, infatti, la capacità di resistere all’abrogazione o modifica di atti fonte che non siano dotati della medesima forza. La Costituzione, quale fonte sulla produzione, individua gli atti in grado di produrre diritto oggettivo in base a taluni requisiti formali: il soggetto titolare del potere normativo, la veste formale dell’atto, il suo procedimento. All’interno della nostra Costituzione l’espressione è impiegata nell’art. 77, al fine di individuare gli atti del governo equiparati alla legge del Parlamento: e, soprattutto, nell’art. 134, laddove è prevista la competenza della Corte costituzionale a giudicare le leggi e gli atti aventi forza di legge.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI