Che significa? | Termini giuridici

Home banking

14 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 ottobre 2015



Home banking (d. banc.): Insieme di servizi bancari a disposizione dei clienti i quali ne possono usufruire “a domicilio” mediante telefono, videoterminali o collegamenti internet diretti con i computer della banca senza doversi recare personalmente presso gli sportelli o le dipendenze della stessa.

L’introduzione di questo sistema ha recentemente permesso la nascita di banche virtuali, nelle quali cioè le operazioni bancarie possono essere effettuate esclusivamente on line (tali istituti di credito non possiedono sportelli aperti al pubblico): queste ultime praticano condizioni spesso migliori rispetto a quelle praticate dalle banche «tradizionali», e con costi di tenuta conto pari, o prossimi, allo zero. Ciò è reso possibile dall’abbattimento dei costi lavorativi e delle infrastrutture necessarie all’attività bancaria.

I servizi di Home banking attualmente più diffusi sono:

—  visione dell’estratto conto;

—  bonifici bancari on line;

—  operazioni di ricarica del cellulare;

—  pagamenti on line;

—  alcuni servizi di investimento

L’adozione di sistemi di Home banking ha portato vantaggi sia alle banche che ai clienti: per la banca, l’adozione di tali servizi comporta l’allargamento del target di clientela, potendo estendere i propri servizi anche all’estero, nonché una riduzione dei costi lavorativi; i clienti, invece, beneficiano della maggiore comodità dei servizi e del loro minor costo.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI