Che significa? | Termini giuridici

Inammissibilità

20 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 20 ottobre 2015



Inammissibilità

Inammissibilità nel processo amministrativo

Nel processo amministrativo, la dichiarazione di Inammissibilità del ricorso viene pronunciata, anche d’ufficio, dal giudice quando è carente l’interesse o sussistono altre ragioni ostative ad una pronuncia sul merito (art. 35 c.p.a.). Come per l’improcedibilità, anche l’Inammissibilità viene dichiarata dal giudice con una pronuncia di rito che non definisce nel merito la controversia.

Inammissibilità nel processo civile 

Sanzione processuale consistente nella carenza del potere di una parte di proporre una domanda, dovuta alla inosservanza di un termine procedurale o ad una modalità di forma.

L’ipotesi più importante di Inammissibilità è quella prevista in tema di impugnazione [vedi].

L’Inammissibilità delle impugnazioni nel processo civile consegue ad es.:

—  alla mancata proposizione dell’atto di impugnazione nei termini previsti dalla legge;

—  all’impugnazione con appello [vedi] di sentenze per le quali l’appello è escluso per legge o dall’accordo delle parti;

—  alla mancata integrazione del contraddittorio (nel termine fissato) ordinata dal giudice d’appello qualora la sentenza pronunciata tra più parti in cause inscindibili o dipendenti non è stata impugnata nei confronti di tutte;

—  quando il ricorso per Cassazione [vedi Cassazione (Ricorso per)] non è stato sottoscritto da un avvocato iscritto nell’apposito albo, munito di procura speciale;

—  quando il ricorso per Cassazione non contiene le indicazioni prescritte nell’art. 366 c.p.c.

La riforma del 2009 ha inserito un filtro di ammissibilità dei ricorsi, per porre rimedio alla lentezza nell’emissione delle pronunce, causata dall’eccessivo numero di ricorsi presentati. In tal modo, il nuovo art. 360bis c.p.c. prevede due ipotesi di inammissibilità del ricorso:

—  quando il provvedimento impugnato ha deciso le questioni di diritto in modo conforme alla giurisprudenza della Corte e l’esame dei motivi non offre elementi per confermare o mutare l’orientamento della stessa;

—  quando è manifestamente infondata la censura relativa alla violazione dei principi regolatori del giusto processo.

Sia per l’appello, sia per il ricorso per Cassazione, la dichiarazione di Inammissibilità impedisce la riproposizione dell’impugnazione, anche se il termine fissato dalla legge non è ancora decorso (artt. 358 e 387 c.p.c.).

Inammissibilità nel processo penale

È un vizio da cui è affetto un atto privo dei requisiti imposti dalla legge a pena di Inammissibilità. L’atto inammissibile non verrà mai esaminato dal giudice di merito. Quanto al regime giuridico dell’Inammissibilità, essa è rilevata dal giudice su eccezione di parte o anche d’ufficio.

Si ritiene che l’Inammissibilità di un atto possa essere eccepita (o rilevata d’ufficio) fino a che la sentenza sia divenuta irrevocabile.

Si parla di inammissibilità con riferimento alla ricusazione [vedi], alla rimessione [vedi], alla costituzione di parte civile [vedi], all’incidente probatorio [vedi], all’opposizione all’archiviazione [vedi], all’opposizione al decreto penale di condanna e all’impugnazione

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI