Dizionario | Termini giuridici

Incesto

6 Novembre 2015 | Autore:
dizionario giuridico

Incesto (d. pen.): Si rende responsabile di tale delitto chiunque, in modo che ne derivi pubblico scandalo, commette Incesto con un discendente o un ascendente, con un affine in linea retta, ovvero con una sorella o un fratello (art. 564 c.p.).

Nel caso in cui le condotte incriminate siano reiterate, si integra la più grave fattispecie della relazione incestuosa, che costituisce un reato abituale improprio [vedi Abituale (Reato)].

Oggetto della tutela giuridica è la morale familiare, intesa come aspetto particolare e qualificato della morale sociale.

I soggetti del reato devono essere legati da vincolo di ascendenza o discendenza, affinità in linea retta, fratelli e sorelle.

La Cassazione ha definito il pubblico scandalo quale senso di profondo turbamento diffuso in un numero indeterminato di persone estranee alla famiglia incestuosa, conseguente alla conoscenza del rapporto, in via diretta o indiretta.

La condotta del reato consiste nel commettere Incesto. Tale termine implica non solo la congiunzione carnale, ma anche altre forme di relazione sessuale che possono anche essere più ripugnanti.

Pena: Reato semplice: reclusione da 1 a 5 anni.

Relazione incestuosa: reclusione da 2 a 8 anni.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube