Che significa? Indulto

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Indulto (d. pen.): È un atto di clemenza generale che non opera sul reato, ma esclusivamente sulla pena principale che è in tutto o in parte condonata.

L’Indulto non estingue le pene accessorie [vedi Pena] a meno che il decreto non preveda diversamente, mentre comporta la non eseguibilità delle misure di sicurezza [vedi], salvo quando la pena inflitta sia la reclusione superiore a 10 anni, ovvero la misura sia conseguente a dichiarazione di abitualità, professionalità o tendenza a delinquere [vedi].

L’Indulto, togliendo ad una sentenza il carattere di cosa giudicata, rende inoperante tale provvedimento (estingue, cioè, la pena), mentre l’amnistia [vedi] cancella in toto il reato.

La competenza a concedere l’Indulto spetta in via esclusiva al Parlamento con deliberazione effettuata a maggioranza dei due terzi dei componenti di ciascuna camera in ogni suo articolo e nella votazione finale. È inoltre previsto che, per superare l’impasse interpretativa fino ad ora verificatasi, la legge di concessione dell’Indulto deve stabilire il termine per l’applicazione e che, in ogni caso, non potrà applicarsi ai reati commessi successivamente alla presentazione del disegno di legge.

Non presuppone una condanna irrevocabile. A norma dell’art. 75 Cost. le leggi di delegazione in materia di amnistia e Indulto non possono essere sottoposte a referendum abrogativo. Nel concorso di reati [vedi] si applica una sola volta, dopo aver cumulato le pene.

A seconda del momento in cui interviene l’Indulto si distingue in:

—  Indulto proprio: che interviene nella fase esecutiva, rispetto ad una sentenza di condanna irrevocabile;

—  Indulto improprio: che interviene al momento della sentenza di cognizione.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI