Che significa? | Termini giuridici

Inviolabilità diplomatiche

6 Novembre 2015 | Autore:
dizionario giuridico

Inviolabilità diplomatiche (d. int.): Il diritto internazionale generale pone delle norme che limitano la sovranità territoriale dello Stato relativamente al trattamento dovuto agli organi diplomatici e consolari degli Stati stranieri.

Tali limiti riconoscono una serie di Inviolabilità diplomatiche e conferiscono agli agenti diplomatici e consolari specifiche immunità e privilegi in base al principio «ne impediatur legatio».

Inviolabilità diplomatiche della corrispondenza diplomatica

Il diritto internazionale tutela la libertà e la segretezza delle comunicazioni che, con ogni mezzo, si svolgono tra la missione diplomatica e qualsiasi altro soggetto.

Lo Stato accreditante non può prendere alcuna misura di limitazione o di censura nei riguardi della corrispondenza dello Stato accreditatario effettuata con tutti i mezzi di comunicazione ordinari e straordinari.

Inviolabilità diplomatiche della sede diplomatica

La sede diplomatica di uno Stato straniero è inviolabile. Di tale immunità gode non solo la sede della missione diplomatica, ma anche la residenza dell’Ambasciatore e degli altri agenti diplomatici.

Riguardo a tale istituto, si parla talvolta di extraterritorialità, nel senso che si dovrebbe considerare la sede diplomatica come una parte del territorio dello Stato accreditatario, e non dello Stato ospitante. La dottrina più recente, così come la prassi internazionale, tendono a considerare la sede diplomatica come parte del territorio dello Stato accreditante, e negano la teoria dell’extraterritorialità pur riconoscendo tutte le immunità necessarie.

Inviolabilità diplomatiche delle sedi consolari e dei consoli

Per quanto riguarda, invece, l’Inviolabilità diplomatiche delle sedi consolari e delle persone dei consoli, in assenza di specifici accordi o convenzioni, vigono regole più restrittive:

—  è riconosciuta come regola di diritto internazionale generale la sola Inviolabilità diplomatiche dell’archivio consolare (nel quale il console ha l’obbligo di conservare solo i documenti relativi all’attività consolare), non quello della sede consolare;

—  è riconosciuta la sola protezione funzionale del console: lo stesso, cioè, riceve tale protezione solo nell’esercizio delle sue funzioni.

Inviolabilità diplomatiche personale

Lo Stato ha particolari doveri nei confronti del personale diplomatico.

Tali doveri si concretano in un obbligo negativo, in quanto l’agente diplomatico non può subire atti di coercizione da parte dello Stato accreditante, né limitazioni della libertà personale. Vi è, inoltre, per lo Stato un obbligo positivo che si concreta nella particolare protezione che deve essere accordata agli agenti diplomatici.



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA