Che significa? | Termini giuridici

Jobs Act


> Dizionario Pubblicato il 23 ottobre 2015



Jobs Act (d. lav.): Piano complessivo di interventi in materia di lavoro e legislazione sociale, finalizzato a promuovere l’occupazione e ad individuare i criteri direttivi di una generale riforma del mercato del lavoro in Italia.

Il Jobs Act consta di due distinti provvedimenti: il D.L. 34/2014 conv. in L. 78/2014 e un disegno di legge delega per una riforma complessiva della materia.

I punti principali e di immediata efficacia del D.L. 34/2014 conv. in L. 78/2014 riguardano soprattutto la liberalizzazione del contratto a tempo determinato [vedi] e il rilancio dell’apprendistato [vedi]. L’intento è agevolare le assunzioni con contratto a termine e con contratto di apprendistato affinché si generi nuova occupazione, con particolare riferimento a quella giovanile.

Tra gli ulteriori campi di intervento del Jobs Act vi è la prevista semplificazione delle procedure di costituzione e gestione dei rapporti di lavoro e una nuova revisione del sistema degli ammortizzatori sociali [vedi].

La normativa emanata in attuazione delle deleghe contenute nel disegno di legge, una volta approvato, interverrà anche in materia di servizi per il lavoro e politiche attive per rendere più effettive ed efficaci le misure e le strutture pubbliche finalizzate alla riqualificazione e alla ricollocazione dei lavoratori.

È previsto, infine, il riordino delle tipologie contrattuali di lavoro esistenti, allo scopo di renderle maggiormente coerenti con le attuali esigenze del contesto occupazionale e produttivo anche mediante l’introduzione di un nuovo contratto di lavoro a tutele crescenti.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI