Che significa? | Termini giuridici

Joint-venture

23 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 23 ottobre 2015



Joint-venture [associazione temporanea di imprese] (d. comm.): Istituto diffuso nell’esperienza anglosassone, consistente nel contratto con cui due o più imprese si collegano per il compimento di un’opera o la realizzazione di un investimento.

Le imprese, pur conservando ciascuna la propria individualità, mettono in comune le proprie conoscenze tecniche e la propria capacità operativa, assumono obblighi e responsabilità ripartiti pro quota suddividendo, in tal modo, il rischio dell’attività intrapresa.

Le imprese collegate presentano dunque una offerta congiunta e si obbligano congiuntamente a realizzare l’opera, pur affidando ad una di esse (impresa capogruppo) i compiti di coordinamento e di relazione con il committente; pur tuttavia ogni impresa risponderà personalmente del proprio operato per i compiti personalmente assunti.

Nel nostro ordinamento non si rinviene una disciplina organica ed unitaria del fenomeno; la nostra legislazione infatti si limita a regolare solo alcune forme tipiche di cooperazione temporanea, in determinati settori di attività. In particolare:

—  gli accordi di cooperazione internazionale per la produzione di opere cinematografiche;

—  la contitolarità di concessioni per la ricerca e lo sfruttamento di giacimenti di idrocarburi;

—  le associazioni temporanee di imprese [vedi] per la partecipazione agli appalti di opere pubbliche e di forniture pubbliche.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI