Che significa? | Termini giuridici

Kafalah

23 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 23 ottobre 2015



Kafalah (d. civ.) (d. comp.): Istituto di diritto islamico finalizzato alla protezione dei minori orfani, abbandonati o, comunque, privi di un ambiente familiare idoneo alla loro crescita.

La legge islamica vieta l’adozione [vedi], in quanto non riconosce alcun rapporto di filiazione al di fuori del legame biologico di discendenza, all’interno di una relazione legittima.

Per effetto della Kafalah , tuttavia, un adulto musulmano (o una coppia di coniugi) ottiene la custodia del minore abbandonato che non sia stato possibile affidare alle cure di parenti.

Si tratta, in sostanza, di un affidamento fino alla maggiore età che attribuisce agli affidatari un potere-dovere di custodia, ma non la tutela, né la rappresentanza legale del minore.

L’istituto non trova espressa corrispondenza nell’ordinamento giuridico italiano. Ciò nondimeno, sul tema dell’affidamento in Kafalah di minori stranieri a cittadini italiani residenti in Italia e sulla questione, non ancora risolta a livello legislativo, se anche il cittadino italiano abbia diritto di ottenere — al pari dello straniero immigrato — il nulla osta per l’ingresso del minore nel territorio nazionale, al fine del ricongiungimento familiare, le Sezioni Unite della Cassazione, con sent. n. 21108/2013, hanno affermato che il nulla osta non può essere rifiutato qualora «il minore stesso sia a carico o conviva nel paese di provenienza con il cittadino italiano, ovvero gravi motivi di salute impongano che debba essere da questi personalmente assistito».

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI