Che significa? | Termini giuridici

Liberalismo

8 Novembre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 8 Novembre 2015



Liberalismo (sc. pol.): Teoria politica che pone a fondamento dell’azione politica la libertà dell’individuo.

Si sviluppò in Inghilterra e Olanda a partire dalle guerre di religione del Cinquecento e del Seicento: la prima libertà ad essere affermata, infatti, fu quella di culto, che portò all’enunciazione del principio di tolleranza religiosa.

Il Liberalismo appare strettamente legato all’individualismo, dal momento che il suo nucleo fondante è il valore primario attribuito all’individuo e ai suoi diritti (diritti di libertà e proprietà privata innanzitutto); da cui scaturisce la rivendicazione di una sfera di autonomia dei singoli nei confronti dello Stato.

Uno dei principali teorici del Liberalismo fu John Locke, il quale, partendo dall’idea dell’origine contrattualistica dello Stato, riteneva che i cittadini trasferiscono ad esso solo una parte dei propri diritti. All’uomo lockiano è riconosciuto il potere di ribellione (o diritto di resistenza) qualora le autorità accentrino in sé poteri che violano i diritti del singolo.

Successivamente il Liberalismo ha trovato una serie di fertili sviluppi grazie alla riflessione filosofica di altri pensatori; è però l’accentuazione del carattere democratico, implicito nella concezione liberale dello Stato, a caratterizzare le concrete espressioni del Liberalismo nel XVIII secolo: la Dichiarazione di indipendenza americana (1776) e la Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino (1789) da parte dell’Assemblea costituente francese.

La Rivoluzione francese fa emergere possibili antitesi tra Liberalismo ed egualitarismo. Nel periodo successivo, a partire dalla Restaurazione (1815-1848), il pensiero liberale viene infatti a collocarsi su posizioni molto diverse.

Alla fine del XIX secolo, dopo un iniziale trionfo in molti paesi, il Liberalismo declina in quanto contrapposto al socialismo [vedi] inteso come ideologia progressista ed equalitaria. Il Liberalismo si riafferma dapprima al termine della seconda guerra mondiale, con la vittoria delle democrazie liberali (1945) (che spesso sopravanzano la socialdemocrazia), poi con la caduta dei regimi socialisti (a partire dal 1989).


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA