Che significa? | Termini giuridici

Libro

8 Novembre 2015 | Autore:
dizionario giuridico

Libro

Libro bianco (d. UE) 

Documento adottato dalla Commissione europea che contiene concrete proposte di azione in settori politici precisi.

Libro degli inventari (d. comm.) 

È un Libro contabile obbligatorio che comprende l’inventario redatto all’inizio dell’esercizio dell’impresa (inventario di apertura) e poi quelli redatti successivamente ogni anno (inventari annuali); vi si devono indicare e valutare le attività e le passività relative all’impresa, nonché le attività e le passività dell’imprenditore estranee alla stessa (es.: alloggi civili, case rurali, debiti personali etc.).

Nel  Libro devono essere riportati i seguenti documenti contabili:

—  inventario analitico delle attività e passività;

—  bilancio di fine esercizio, composto dal prospetto di stato patrimoniale e dal prospetto di conto economico.

Il Libro, come il  Libro giornale [vedi], prima di essere messo in uso, deve essere numerato progressivamente in ogni pagina e bollato; inoltre, deve essere compilato annualmente entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi e sottoscritto dall’imprenditore.

Libro giornale (d. comm.) 

È un Libro  contabile obbligatorio nel quale vengono rilevati cronologicamente i fatti aziendali ed i valori da questi generati.

Ogni registrazione che viene effettuata nel Libro si dice articolo, costituito dalla data dell’operazione, dalla specificazione dei conti da addebitare e da accreditare, dalla descrizione dell’operazione e dai valori determinati dall’operazione. Le registrazioni del  Libro si riportano nel Libro  mastro [vedi], effettuando gli addebitamenti e gli accreditamenti dei conti secondo le indicazioni contenute negli articoli.

Il  Libro è una scrittura obbligatoria [vedi Scritture contabili] non solo ai fini civilistici ma anche ai fini fiscali.

Il  Libro deve essere tenuto, come le altre scritture obbligatorie, secondo le norme di un’ordinata contabilità, anche su supporto informatico ed è conservato per dieci anni; se l’imprenditore contravviene a quest’obbligo può incorrere in particolari sanzioni. La mancanza, o la non regolare tenuta del (—), in caso di fallimento [vedi], determina il reato di bancarotta [vedi].

 Libro mastro (d. comm.) 

Il Libro  è costituito dall’insieme di conti nei quali vengono effettuati gli addebitamenti e gli accreditamenti.

Nei conti del  Libro vengono riportati i valori rilevati nel Libro  giornale [vedi].

La tenuta del Libro è essenziale ai fini di una corretta contabilità, oltre ad essere obbligatoria ai fini civilistici; infatti, il legislatore ne stabilisce l’obbligatorietà quando prevede la tenuta di tutte le altre scritture contabili richieste dalla natura e dimensione dell’impresa.

 Libro unico del lavoro (d. lav.) 

Il Libro unico del lavoro ha sostituito gli «storici» libri aziendali, di matricola e paga e costituisce uno dei principali documenti obbligatori aziendali e per la gestione del rapporto di lavoro.

Nel Libro devono essere registrati tutti i lavoratori subordinati, i collaboratori coordinati e continuativi con o senza la modalità a progetto, e gli associati in partecipazione con apporto lavorativo.

Il Libro deve essere compilato per ciascun mese di riferimento, entro la fine del mese successivo, e deve essere conservato, per 5 anni dalla data dell’ultima registrazione.

Il  Libro unico ha un duplice contenuto:

—  informazioni di natura prettamente economico-retributive, quali le dazioni in danaro o in natura corrisposte o gestite dal datore di lavoro, comprese le somme a titolo di rimborso spese, le trattenute a qualsiasi titolo effettuate, le detrazioni fiscali, i dati relativi agli assegni per il nucleo familiare, le prestazioni ricevute da enti e istituti previdenziali;

—  informazioni relative alle presenze, mediante un calendario delle presenze, da cui risulti, per ogni giorno, il numero di ore di lavoro svolte da ciascun lavoratore subordinato, nonché l’indicazione delle ore di straordinario, delle assenze dal lavoro, anche non retribuite, delle ferie e dei riposi.



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA