Dizionario | Termini giuridici

Limiti e limitazioni del diritto di proprietà

8 Novembre 2015 | Autore:
dizionario giuridico

Limiti e limitazioni del diritto di proprietà (d. civ.)

I limiti comportano una compressione del diritto di proprietà [vedi Proprietà (Diritto di)], come le limitazioni, ma se ne differenziano perché sono previsti dalla legge come elementi connaturali al diritto di proprietà.

I limiti hanno il carattere della reciprocità, in quanto valgono a delimitare il confine dei poteri dell’un proprietario rispetto all’altro; dell’essenzialità, in quanto sono essenziali al concetto stesso di proprietà, delineandone e definendone il contenuto; dell’intrinsecità, poiché non nascono separati dal diritto di proprietà successivamente ad esso o in base ad un diverso titolo d’acquisto, ma uno actu con esso, rispetto al quale non sono autonomi; della perpetuità, come il diritto cui accedono.

Le limitazioni, invece, non hanno tali caratteri in quanto sorgono in maniera autonoma dal diritto di proprietà e comportano il sacrificio di un soggetto a vantaggio di un altro.

Esempi sono costituiti dai diritti reali [vedi Diritti soggettivi], comprese le servitù [vedi] coattive che, sebbene previste dalla legge come i limiti, producono i loro effetti solo con un atto di volontà o a seguito di una sentenza costitutiva e provocano un sacrificio che viene adeguatamente indennizzato; dunque mancano di reciprocità.

I limiti posti dalla legge al diritto di proprietà possono essere di due categorie, secondo la finalità da soddisfare:

—  limiti posti nell’interesse pubblico;

—  limiti posti nell’interesse privato.

I primi sono:

—  l’espropriazione per pubblica utilità (art. 42 Cost. e art. 834 c.c.);

—  la requisizione.

I limiti del secondo tipo concernono la proprietà immobiliare e regolano i rapporti tra proprietà vicine (diritti e doveri di vicinato).

Questi Limiti e limitazioni del diritto di proprietà , in particolare, riguardano:

—  le distanze nelle costruzioni [vedi], piantagioni, scavi, muri, fossi e siepi (artt. 873-899 c.c.);

—  le luci e le vedute [vedi] (artt. 900-907 c.c.): le prime sono quelle che danno solo passaggio alla luce ed all’aria, mentre le vedute o i prospetti permettono di affacciarsi;

—  lo stillicidio.

Limiti

nell’interessepubblico

Espropriazione per pubblica utilità

Requisizione

Limiti alla proprietà edilizia al diritto di edificare

Limiti

nell’interesse privato

 

Accesso al fondo

Distanze nelle costruzioni, piantagioni e simili

Luci, vedute e prospetti

Stilicidio

Divieto di immissioni

Divieto degli atti emulativi



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube