Che significa? | Termini giuridici

Liquidatori

8 Novembre 2015 | Autore:
dizionario giuridico

Liquidatori (d. comm.): Soggetti nominati normalmente nelle società di persone [vedi] da tutti i soci (art. 2275 c.c.) o nelle società di capitali [vedi] e nelle cooperative [vedi] dall’assemblea della società (art. 2487 c.c.), cui la legge attribuisce compiti di cura e gestione del procedimento di liquidazione del patrimonio sociale [vedi Liquidazione della società].

I Liquidatori  possono compiere tutti gli atti utili per la liquidazione aziendale; possono vendere i beni sociali e stipulare transazioni e compromessi (tranne contraria disposizione assembleare) ed hanno la rappresentanza, anche processuale, della società.

Nelle società di persone è prescritto che essi non possano intraprendere nuove operazioni: in caso di inosservanza di tale divieto, assumono responsabilità personale ed illimitata per le obbligazioni derivanti dagli affari intrapresi (art. 2279 c.c.).

Soddisfatti tutti i debiti sociali, se residuano fondi disponibili, i Liquidatori  procedono alla ripartizione di tale residuo fra i soci.

Quanto alle modalità dell’esercizio delle funzioni dei Liquidatori , esse sono stabilite dall’art. 2489 c.c. per i Liquidatori  delle società di capitali e dagli artt. 2275 ss. c.c. per i Liquidatori  delle società di persone.



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA