Che significa? | Termini giuridici

Lite temeraria

8 Novembre 2015 | Autore:
dizionario giuridico

Lite temeraria (d. p. civ.)

È Lite temeraria l’agire o resistere in giudizio con mala fede e colpa grave cioè l’agire o resistere con la consapevolezza del proprio torto o per spirito di emulazione o con intenti dilatori o defatigatori della controparte, ovvero con la mancanza della pur minima avvedutezza e consapevolezza delle conseguenze dei propri atti.

Per tale comportamento la legge configura una responsabilità aggravata, ossia una responsabilità che, andando oltre la normale responsabilità per soccombenza [vedi], si aggrava in quanto, essendo fondata su un illecito, dà luogo all’obbligo di risarcire tutti i danni che conseguono all’aver dovuto partecipare ad un giudizio obiettivamente ingiustificato, danni che vengono liquidati, anche d’ufficio, dal giudice nella sentenza [vedi]. La parte soccombente può altresì essere condannata dal giudice, anche d’ufficio, al pagamento, a favore della controparte, di una somma equitativamente determinata.



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA