Che significa? | Termini giuridici

Maastricht

23 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 23 ottobre 2015



Maastricht [trattato di] (d. UE): È così denominato, in virtù della città sede della ratifica, l’accordo, firmato il 7 febbraio 1992, che segna un momento di grande innovazione nel cammino comunitario.

La denominazione ufficiale dell’accordo, entrato in vigore il 1-11-1993, è «Trattato sull’Unione Europea».

Obiettivo principale del trattato è l’istituzione dell’Unione europea [vedi] che costituisce una tappa fondamentale nel processo di integrazione comunitaria.

Il trattato, composto da 7 titoli, si prefigge lo scopo di:

—  promuovere il progresso economico e sociale e rafforzare la coesione economica e sociale;

—  promuovere una unione economica e monetaria e l’introduzione di una moneta unica;

—  attuare una politica estera di difesa comune;

—  rafforzare la tutela dei diritti e degli interessi dei cittadini con l’istituzione della cittadinanza europea;

—  sviluppare la cooperazione nel settore della giustizia e degli affari interni delineando alcune strategie comuni, come ad esempio la nascita dell’Europol.

Tra le innovazioni previste è da rilevare il rafforzamento dei poteri del Parlamento europeo [vedi].

Al trattato di Maastricht sono state apportate significative modifiche con la firma degli accordi successivi di Amsterdam (1997), Nizza (2001) e Lisbona (2007) [vedi].

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI