Che significa? | Termini giuridici

Malattia professionale

23 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 23 ottobre 2015



Malattia professionale (d. prev.): Patologia che agisce sulla capacità lavorativa ed è in diretta relazione con lo svolgimento dell’attività lavorativa. Come l’infortunio sul lavoro [vedi], anche la Malattia professionale rientra tra gli eventi per i quali il lavoratore riceve una specifica tutela, mediante l’Assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali [vedi].

Sono considerate di origine professionale le malattie indicate dalla legge (D.P.R. 1124/1965) contratte nell’esercizio e a causa di determinate lavorazioni, più la silicosi (derivante dall’esposizione alle polveri libere di silicio) e l’asbestosi (derivante dall’esposizione all’amianto) (L. 780/1975). Se la malattia insorge entro il periodo di tempo, dall’abbandono della lavorazione, stabilito dal legislatore, opera una presunzione legale circa il nesso eziologico tra lavorazione morbigena e malattia professionale (l’origine lavorativa si presume). Nel caso di malattie manifestatesi oltre i termini o non previste dalla legge (cd. malattie non tabellate), incombe sul lavoratore l’onere di provarne l’origine professionale.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI