Che significa? Millantato credito

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Millantato credito (d. pen.): L’art. 346 c.p. nei suoi due commi, prevede due distinte ipotesi delittuose:

—  commette la prima chiunque, millantando un credito presso un pubblico ufficiale, o presso un pubblico impiegato che presti un pubblico servizio, riceve o fa dare o fa promettere, a sé o ad altri, denaro o altra utilità, come prezzo della propria mediazione verso il pubblico ufficiale o impiegato (1° comma);

—  commette la seconda chiunque riceve o fa dare o promette, a sé o ad altri, denaro o altra utilità, col pretesto di dover comprare il favore di un pubblico ufficiale o impiegato, o di doverlo remunerare (2° comma).

Tale reato appartiene alla categoria dei delitti contro la P.A.

Scopo della norma è la tutela del prestigio della P.A.

Millantare un credito significa vantare una particolare influenza presso un pubblico ufficiale [vedi] o presso un pubblico impiegato che presti un pubblico servizio.

Il fatto materiale consiste nell’ottenere, per effetto della millanteria, la dazione o la promessa, per sé o per altri, di denaro o altra utilità come prezzo della propria mediazione.

Deve trattarsi di un semplice pretesto, cioè di una falsa promessa: se effettivamente il denaro servisse per corrompere il funzionario, i tre soggetti risponderebbero di corruzione [vedi].

Il dolo consiste nella coscienza e volontà di carpire la promessa o la dazione del danaro o altra utilità, millantando credito.

Pena: per la prima figura, reclusione da 1 a 5 anni e multa da euro 309 a euro 2.065; per la seconda, reclusione da 2 a 6 anni e multa da euro 516 a euro 3.098.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI