Che significa? Minoranze linguistiche

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Minoranze linguistiche (d. cost.): La tutela delle Minoranze linguistiche è uno dei caratteri fondamentali delle democrazie moderne.

Sono considerate Minoranze linguistiche quelle formazioni sociali che si differenziano dalla maggioranza dei cittadini per diversità etniche e di lingua (sono dette anche alloglotte).

La Costituzione le menziona specificamente all’art. 6 e tale tutela è garantita anche dagli statuti delle Regioni a statuto speciale, dove le Minoranze linguistiche sono presenti in maniera più consistente.

In attuazione dell’art. 6 Cost. e in armonia con i principi generali stabiliti dagli organismi europei e internazionali, la L. 482/1999 tutela la lingua e la cultura delle minoranze linguistiche storiche, vale a dire le popolazioni albanesi, catalane, germaniche, greche, slovene e croate e di quelle parlanti il francese, il franco-provenzale, il friulano, il ladino, l’occitano e il sardo.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI