Che significa? | Termini giuridici

Non concorrenza

19 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 19 ottobre 2015



Non concorrenza [patto di] (d. lav.): Il patto di Non concorrenza vincola il prestatore di lavoro a non svolgere attività concorrenziali nei confronti del datore di lavoro per il tempo successivo alla cessazione del rapporto di lavoro. È necessario però che il patto di Non concorrenza risulti da atto scritto e abbia precisi limiti temporali (5 anni per i dirigenti e 3 anni per gli altri lavoratori), di oggetto e di luogo e preveda un corrispettivo a favore del prestatore di lavoro.

La stipulazione di tale patto di Non concorrenza è legittimata dal fatto che il prestatore di lavoro potrebbe attuare una concorrenza pericolosa nei confronti dell’azienda presso la quale svolgeva l’attività lavorativa, avendone ormai appreso modalità e tecniche produttive. Si distingue dal generale divieto di concorrenza che, essendo espressione dell’obbligo di fedeltà di cui all’art. 2105 c.c., vincola il lavoratore per tutta la durata del rapporto [vedi Concorrenza].

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI