Che significa? | Termini giuridici

Offensività

20 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 20 ottobre 2015



Offensività [principio di] (d. pen.): In base al principio di Offensività il reato deve caratterizzarsi nell’offesa ad un bene giuridico [vedi]; non si può infatti concepire un reato senza offesa: nullum crimen sine iniuria. Tale principio, che presuppone ed integra il principio di materialità, esclude la punibilità di fatti che, pur presentandosi conformi alla fattispecie legale, sono concretamente inoffensivi del bene protetto (es.: casi di tipicità apparente, quali il furto di un acino d’uva o di un chiodo, i falsi grossolani o innocui). Mentre il principio di materialità si desume dall’art. 25 Cost., il quale parla di punibilità per il fatto commesso, il principio di Offensività si evince dall’art. 49, che esclude la punibilità del cd. reato impossibile — configurabile quando per la inidoneità dell’azione o per l’inesistenza dell’oggetto di essa è impossibile qualsiasi evento pregiudizievole — e dagli artt. 25 e 27 Cost., che assegnano alla misura di sicurezza (e non alla pena) il compito di punire i fatti di mera pericolosità sociale. In base a tali norme si è perciò affermato che la nozione di reato come illecito tipico ricomprende, assieme agli altri requisiti strutturali (condotta, evento naturale, rapporto di causalità) il requisito, anch’esso essenziale, dell’offesa al bene tutelato.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI