Che significa? | Termini giuridici

Oneri accessori

20 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 20 ottobre 2015



Oneri accessori (d. trib.): Oneri sostenuti dall’acquirente in aggiunta al costo del bene o servizio acquisito.

Sono tali, ad esempio, le spese di trasporto, i costi di imballaggio, di confezionamento etc.

Da un punto di vista contabile tali oneri, che chiaramente costituiscono un componente negativo del reddito d’impresa [vedi Reddito], possono essere rilevati in due modi:

—  o vengono imputati direttamente ad incremento del valore del bene acquistato;

—  o vengono indicati distintamente nel bilancio d’esercizio in altre voci di costo.

Da un punto di vista fiscale invece l’art. 110 del TUIR [vedi] stabilisce che nel costo dei beni sono ricompresi anche «gli Oneri accessori di diretta imputazione, esclusi gli interessi passivi e le spese generali».

Oneri accessori deducibili

[vedi Deduzioni].

Oneri accessori detraibili

[vedi Detrazione di imposta].

Oneri accessori sociali (d. lav.): Con tale definizione si intendono i contributi [vedi] posti a carico del datore di lavoro e del lavoratore per il finanziamento degli enti che assicurano le prestazioni previdenziali.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI