Che significa? Parti comuni di un edificio

Che significa?

Articolo di




> Che significa?

Parti comuni di un edificio (d. civ.):  Sono tutte quelle parti di un immobile destinate all’uso comune da parte dei proprietari dei singoli appartamenti.

Salvo quanto previsto dal regolamento condominiale, ogni condomino può, in proporzione al valore del piano o porzione di piano che gli appartiene, liberamente servirsi delle Parti comuni di un edificio secondo l’uso cui sono state destinate, permettendone il godimento anche agli altri condomini. Non è consentito, ad esempio, bloccare un accesso comune ostruendo o sbarrandone la porta o creare ingombro lasciando dei sacchi di immondizia sul pianerottolo.

Alle opere necessarie per la manutenzione e la conservazione delle Parti comuni di un edificio devono partecipare tutti i condomini, in proporzione al valore del bene di loro esclusiva proprietà, espresso in millesimi. A tali spese il condomino non può sottrarsi, neanche rinunciando al diritto sulle Parti comuni di un edificio [vedi Condominio].

L’art. 1117 c.c. (modif. ex L. 220/2012) considera parti comuni:

– il suolo su cui sorge l’edificio, le fondazioni, i muri maestri, i pilastri e le travi portanti, i tetti e i lastrici solari, le scale, i portoni d’ingresso, i vestiboli, gli anditi, i portici, i cortili e le facciate;

– le aree destinate a parcheggio nonché i locali per i servizi in comune come la portineria e l’alloggio del portiere, i locali per la lavanderia, per il riscaldamento centrale, per gli stenditoi e i sottotetti destinati, per le caratteristiche strutturali e funzionali, all’uso comune;

– le opere, le installazioni, i manufatti di qualunque genere che servono all’uso comune, come gli ascensori, i pozzi, le cisterne, gli impianti idrici e fognari, i sistemi centralizzati di distribuzione e trasmissione per il gas, per l’energia elettrica, per il riscaldamento e il condizionamento dell’aria, per la ricezione radiotelevisiva e per l’accesso a qualunque altro genere di flusso informativo, anche da satellite o via cavo, e i relativi collegamenti fino al punto di diramazione ai locali di proprietà individuale dei singoli condomini, ovvero, in caso di impianti unitari, fino al punto di utenza.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI