Che significa? | Termini giuridici

Pentimento operoso


> Dizionario Pubblicato il 14 ottobre 2015



Pentimento operoso (d. pen.): Circostanza attenuante comune [vedi Attenuanti], di cui all’art. 62, n. 6 seconda parte c.p., che opera a favore dell’agente che si sia adoperato, prima del giudizio, in modo spontaneo ed efficace per elidere o attenuare le conseguenze del reato.

Denominato anche ravvedimento post delictum, il Pentimento operoso presuppone non solo la volontarietà ma anche la spontaneità del comportamento riparatore in quanto deve essere determinato da motivi interni e non da ragioni meramente opportunistiche.

Tale attenuante si riferisce alle conseguenze del reato non eliminabili mediante risarcimento e non è applicabile quando l’azione riparatrice è imposta dalla legge.

Espressione della diminuita capacità a delinquere del reo, è applicabile a tutti i reati, anche se non abbiano come oggetto di tutela primario il patrimonio.

In materia di tentativo, il Pentimento operoso è denominato recesso attivo [vedi].

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI