Che significa? | Termini giuridici

Percosse

14 ottobre 2015 | Autore:


> Dizionario Pubblicato il 14 ottobre 2015



Percosse (d. pen.): Il delitto consiste nel percuotere taluno, purché dal fatto non derivi una malattia nel corpo o nella mente. Il reato appartiene alla categoria dei delitti contro la persona (art. 581 c.p.).

Scopo della norma è la tutela dell’integrità fisica della persona.

Si intende per Percosse un qualsiasi atto che procuri alla vittima una sensazione dolorosa senza però cagionare una malattia nel corpo o nella mente, nel quale caso si integrerebbe il delitto di lesione personale [vedi].

Per la configurabilità del reato è sufficiente l’idoneità astratta delle Percosse a produrre dolore: ne deriva che il reato è configurabile anche quando sia commesso in danno di persona insensibile.

Ove le Percosse siano espressione di una violenza puramente formale, di minima entità, e sia finalizzata ad offendere, sarà configurabile il diverso reato di ingiuria.

Il dolo consiste nella coscienza e volontà di ledere l’altrui integrità fisica.

A norma del co. 2 dell’art. 581 c.p., il delitto di Percosse rimane assorbito in tutti quei reati in cui la violenza fisica è considerata elemento costitutivo o circostanza aggravante (es.: rapina, violenza sessuale etc.).

Pena: Reclusione fino a 6 mesi o multa fino a euro 309.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI